giovedì 31 marzo 2016

Il primo domese? Si chiamava Claro Fuenno, e la sua tomba era sotto il viale della Stazione


DOMODOSSOLA - Il primo domese di cui si ha notizia certa si chiamava Claro Fuenno, visse intorno al primo secolo dopo Cristo e venne sepolto con un famigliare, probabilmente il padre. La sua tomba venne scoperta nel 1972 a sei metri di profondità sotto l'incrocio tra Corso Moneta e Corso Ferraris, mentre si scavava un pozzo perdente. C'era una lapide, andata persa ma documentata da un disegno effettuato da Paolo Bologna e riportata in diverse pubblicazioni da Tullio Bertamini, alta circa 130 cm e larga 60 centimetri con la cima arrotondata, alla cui sommità era inserita una rosa a sei petali, la rosa celtica, e c'era inciso “Vivi  fecer Claro Fuenno et S eius patri p  p” ovvero: “Da vivi eressero per Claro Fuenno e per S... suo padre a proprie spese”. Il suo nome sembra indicare un Leponzio che volesse "nobilitarsi" con il termine romano di Claro. Era una tomba ad inumazione, delimitata da un muro di  pietre a secco e coperta da grosse lastre di beola locale. All'interno il corredo era forse ai piedi dei defunti, di cui si sono rinvenuti scarsi resti ossei, le armi erano poste al fianco. Un’olletta fu trovata all’esterno della tomba. 

Villadossola, tombini pericolosi in via Toce

Alcuni di residenti di via Toce ci segnalano la presenza di un paio di tombini dell'acqua che sono pericolosamente senza coperchio. ''Motociclisti e ciclisti rischiano di cadere. Lo abbiamo segnalato da tempo ma nessuno interviene'' dicono. ''In municipio ci hanno detto che l'intervento è di competenza del consorzio che gestisce l'erogazione dell'acqua. A noi interessa che qualcuno intervenga prima che succeda un incidente'' spiegano i residenti della via, già alle prese con i pericolosi tiranti esposti lungo il muro realizzato dalle Ferrovie dello Stato.

Renato Balducci
da http://www.ossolanews.it/

“Tra volpi e stambecchi la mia vita solitaria da guardiano della diga”

Mattia Morandi, 33 anni, sorveglia l’impianto in Val Formazza: “Qui si arriva solo a piedi, niente cellulare, per amici gli animali”

L'idilico lago alpino creato dalla diga enel in Val Formazza
GABRIELE SALARi
DOMODOSSOLA

C’è appena un metro e mezzo di neve a duemila metri, in Val d’Ossola. Poca rispetto alla media. Le cime hanno iniziato a imbiancarsi solo a Capodanno, per la disperazione degli sciatori e per la gioia di chi in quota ci lavora come i guardiani della diga Enel del lago Vannino, in val Formazza, nella Provincia del Verbano Cusio Ossola, al confine con la Svizzera. Mattia Morandi, 33 anni, è da un decennio uno di questi guardiani, operai che, per motivi di sicurezza devono presidiare 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno le dighe che producono energia idroelettrica. Una fonte pulita, che contribuisce in modo significativo alla produzione di energia rinnovabile del nostro Paese, che è complessivamente il 37 per cento del totale. 

mercoledì 30 marzo 2016

Locarnese, Vigezzo e Cannobio: ecco la nuova squadra per la promozione del territorio

L’accordo siglato a Malesco: dodici i progetti in cantiere

TERESIO VALSESIA
MALESCO

Una serie di progetti potranno valorizzare il territorio a cavallo del confine nel quadrilatero compreso fra il Locarnese e la Vallemaggia da una parte, e le valli Vigezzo e Cannobina dall’altra. Sono una dozzina di «azioni»: si punta quindi sulla programmazione territoriale condivisa fra le due nazioni. La firma del documento è avvenuta a Malesco. Protagonisti: Giandomenico Albertella, sindaco di Cannobio e presidente dell’Unione montana Lago Maggiore, Enrico Barbazza, primo cittadino di Malesco e presidente dell’Unione montana valle Vigezzo, e Tiziana Zaninelli, presidente dell’Ente sviluppo Locarnese e Vallemaggia. 

Il documento rappresenta lo strumento di base per lo sviluppo. Una prospettiva che sarà percorsa anche attraverso i progetti Interreg che sono finanziati per la parte italiana dalla Comunità europea e per la parte svizzera dal Cantone e dalla Confederazione. 

«La visione strategia deve essere unitaria - dice Tiziana Zaninelli - poiché solo in questo modo si potranno attivare nuove collaborazioni e gestioni condivise sulla mobilità, sulla valorizzazione ambientale, comprese le risorse idriche, e sul paesaggio».  

A Crodo va in scena la storia di Peter Pan senza le contaminazioni di Walt Disney

Lo spettacolo sarà rappresentato dalla compagnia “Vittorio Resta”: la prima è in programma domenica

BEATRICE ARCHESSO
CRODO

Il testo originale del 1904 e non la versione di Walt Disney o le successive romanzate: il Peter Pan della compagnia Vittorio Resta di Crodo riprende il personaggio della penna di James Matthew Barrie nei contorni autentici, senza aggiunte né reinterpretazioni. Della nota opera sono mantenuti struttura, svolgimento e nomi dei protagonisti. Spettacoli domenica, il 9 e 16 aprile alle 21 e il 10 e 17 aprile alle 17 al Centro studi Piero Ginocchi di Crodo.  

Il regista Marco Mantovani ha lavorato sul primo testo di Barrie: «Non è stato facile trovarlo - racconta -, ma in una libreria di Mantova ho scovato una delle ultime tirature, ormai rare e con testo in italiano e inglese». È la storia di «Peter Pan. Il bambino che non voleva crescere» che debuttò il 27 dicembre 1904 al Duke of York’s theatre di Londra. Nelle cinque date di Crodo saranno in scena una trentina di attori. Sono previsti inserimenti di musica ed effetti sonori dal vivo: il tamburo per ricreare l’atmosfera degli indiani ma anche una melodia interpretata da Lorenzo Antonietti, che frequenta la quarta elementare e ha seguito i nonni che invece recitano.  

Meno vicariati e uffici in Curia: così cambia il volto della diocesi

La riforma varata dal vescovo entrerà in vigore il 1° luglio: accorpati i vicariati del Cusio e del Verbano; nessuna modifica per l’Ossolla


Il Vescovo di Novara Franco Giulio Brambilla
MARCELLO GIORDANI
VERBANIA

Rivoluzione in vista per la Curia e la geografia della Diocesi: il vescovo di Novara, il giovedì santo, ha firmato i decreti di riforma che entreranno in vigore il primo di luglio. Quando, due anni fa, monsignor Franco Giulio Brambilla ha avviato il Sinodo, aveva rimarcato subito che sarebbe cominciato un profondo percorso di rinnovamento della chiesa novarese: si sarebbe passati dai «campanili alle unità pastorali missionarie», come le ha definite il vescovo.  

Superare i confini
Con un numero sempre minore di sacerdoti (quelli operativi oggi sono 243 per 346 parrocchie), la Chiesa novarese si appresta a valorizzare sempre di più il ruolo dei laici, a stringere un legame molto più forte con le comunità locali e a superare i tradizionali confini parrocchiali: catechismo, attività pastorali, gli stessi culti coinvolgeranno più parrocchie, in una sinergia sempre più ampia. 


martedì 29 marzo 2016

Villadossola: alla Fabbrica arriva Vincenzo Salemme con “Sogni e bisogni”


VILLADOSSOLA - Ci si aspetta il “tutto esaurito” alla Fabbrica di Villadossola giovedì sera alle 21 per “Sogni e bisogni”, commedia scritta, diretta ed interpretata da Vincenzo Salemme: “Ho scritto questa commedia nel 1995- spiega l'autore- con il titolo di “IO E Lui” chiaramente riferito al celebre romanzo di Moravia. E, come accade in quel romanzo, anche nella mia commedia l’intreccio narrativo ruota intorno a due personaggi: Rocco Pellecchia ed il suo “pene”. A differenza del racconto moraviano qui l’organo del sesso maschile si stacca materialmente dal corpo del suo “titolare” e diventa egli stesso uomo. Egli ritiene che la vita del grigio e mediocre Rocco mal si adatta alla grandeur del suo sottoutilizzato “tronchetto della felicità”. Si, lui ama farsi chiamare proprio così. Il tronchetto spinge il povero Rocco a rialzare la testa e ad affrontare il futuro con orgoglio e spirito visionario. L’intreccio è popolato da numerosi altri personaggi: un ispettore chiamato da Rocco a risolvere il caso, la coppia di impressionanti portieri dello stabile, la moglie appassita e avvilita di Rocco… “Sogni e bisogni” è uno spettacolo di fortissimo impatto comico che mi permette di aprire la confezione borghese della commedia e di intrattenermi con il pubblico in sala per rispondere alle domande più frequenti che ci facciamo sulla profondità della natura umana soprattutto nei suoi aspetti apparentemente più semplici”. Insieme a Vincenzo Salemme sul palco Nicola Acunzo, Domenico Aria, Vincenzo Borrino, Sergio D'Auria, Susy Del Giudice, Andrea Di Maria, Antonio Guerriero, Raffaella Nocerino.

da http://www.ossola24.it/

Su Retequattro con Mengacci tradizioni e produzioni del territorio domese


DOMODOSSOLA – Il comune di Domo  promuove tramite Retequattro le tradizioni e produzioni del territorio. L'amministrazione ha infatti accettato la proposta di Mediaset per la realizzazione di due puntate per il programma televisivo Ricette all’italiana una trasmissione condotta da Davide Mengacci e Michela Coppa. Per realizzare l'iniziativa il Comune spenderà 7.320 euro. Il programma va in onda al sabato e al lunedi alle 11.30. Oltre ai piatti tipici verranno proposte anche immagini salienti dei monumenti e scorci della città ed interviste.

da http://www.ossola24.it/

domenica 27 marzo 2016

Storia di Yohannes, bimbo etiope, ma ossolano d'adozione

Il piccolo è stato adottato tre anni fa da Manola e Gabriele

VILLADOSSOLA
La famiglia Crosa Lenz di Villadossola è una famiglia allargata. Dal mese di dicembre 2013 un terzo figlio ha fatto ingresso nella loro casa andando ad aggiungersi ai due genitori Manola e Gabriele, alle loro due bambine biologiche Erica e Sara e al cane Lupo. Il bambino si chiama Yohannes e oggi ha 3 anni. Arriva dall’Etiopia, dove è stato adottato tramite il Centro Aiuti per l’Etiopia Onlus. Manola e Gabriele ci hanno raccontato la loro storia, dal momento in cui hanno deciso di ricorrere all’adozione internazionale per avere un terzo figlio e dare un fratellino a Erica che oggi ha 10 anni e mezzo e a Sara, di 8 anni e mezzo.

Motociclista di Villa grave al Cto

Il 44enne è rimasto gravemente ferito nel biellese

VILLADOSSOLA
E' ricoverato in gravi condizioni al Cto di Torino, F.R., 44 anni, di Villadossola, uscito di strada con la sua moto in provincia di Biella.   L'indicente è avvenuto sabato pomeriggio verso le 16, lungo via Romanina, a Veglio, piccolo paese della valle Mosso. F.R. era in sella alla sua moto, una Honda CB1000, quando è uscito di strada. Soccorso dal 118 è stato trasportato al Cto di Torino per le gravi ferite riportate. La prognosi è riservata. F.R. è molto conosciuto a Villadossola: lavora da anni alla Vinavil. La sua famiglia abita nel rione Falghera, lungo la strada che sale verso la Noga.
 
Renato Balducci
 

sabato 26 marzo 2016

Al via la stagione turistica a Vogogna

Si parte con il “Viaggio all’Oro” al Castello Visconteo

VOGOGNA - Ripre a partire dal week-end di Pasqua la stagione turistica in uno dei borghi più belli d’Italia, Vogogna, con la mostra al Castello Visconteo del Museo Nazionale della Montagna di Torino “Viaggio all’Oro” di Aldo Audisio e Craig Richards. Il Castello Visconteo sarà aperto nelle giornate di sabato e domenica e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30 fino all’11 giugno. Successivamente rimarrà aperto per tutta la stagione estiva tutti i giorni. L’esposizione ospitata all’interno delle sale è dedicata al Klondike dei cercatori d’oro, con 60 fotografie che documentano le tappe di questo importante momento storico di fine ‘800, con particolari e interessanti testimonianze che vanno dalle interminabili file di cercatori fino alla discesa delle rapide dei fiumi, dagli scavi dei primi insediamenti minerari fino alla nascita delle città pioniere. Una mostra nuova, particolare e interessante, che merita sicuramente di essere visata dopo una passeggiata nello splendido centro storico vogognese.   

Redazione On-Line

da http://www.ossolanews.it/

Affitti mai pagati per 180 mila euro, la Comunità Montana batte cassa

Tacchini ribatte: "Abbiamo fatto lavori al caseificio per 450mila euro"

CRODO - Mancano 180 mila euro nel bilancio della Comunità montana delle Valli dell'Ossola. Se n'è accorto il commissario Marco Delsignore che sta completando la ''chiusura''  dell'ente comunitario sulle cui ceneri stanno sorgendo le molte - forse troppe - Unioni montane ossolane. I soldi non entrati in cassa sono un affitto mai pagato: quello che la Latteria Sociale Antigoriana deve per la gestione del caseificio di Oira. Dovendo chiudere i conti, il commissario ha cercato di trovare un accordo con la Latteria Sociale di Crodo anche attraverso il versamento rateizzato delle somme dovute. Accordo mancato. E così, per incamerare i 180.622 euro di affitti, non gli è rimasto che affidarsi ad un legale. Nei giorni scorsi l'avvocato Gianni Vicini ha presentato un'ingiunzione di pagamento alla Latteria Antigoriana, la cooperativa alla quale, nel novembre 2010, la Comunità Montana aveva affidato il caseificio, stabilendo un affitto annuo di 18.592 euro.

 Ad oggi risulta che la Cooperativa Antigoriana abbia saldato solo il canone di affitto del 2014 e quello del primo trimestre del 2015: in tutto solo 25.737 euro. Il direttore della Latteria, Giovanni Tacchini, dice che nulla è dovuto ''perché gli affitti andavano compensati con i lavori fatti al caseificio, lavori per 450 mila euro''. E che questo faceva parte di un accordo con gli amministratori della comunità montana. Accordo che pare sia stato solo a voce e non risulta nelle carte. Quindi non validi per un ente pubblico. Ma in Comunità sostengono di lavori non ne siano stati fatti e che le compensazioni richieste dalla Latteria riguardano invece l'acquisto di attrezzature del caseificio.
Renato Balducci

da http://www.ossolanews.it/

Più treni sulla Domo-Milano

L'assessore Balocco incassa le richieste di Comuni e pendolari


Aggiungere due treni sulla Domo-Milano, ripristinare il treno per Torino e quello nel weekend per la Liguria, e aggiungere una corsa navetta tra Arona e Domodossola che si fermi ad ogni stazione della linea.  

Con la scadenza della convenzione, nel dicembre 2016, tra Regione Piemonte e Trenitalia - Trenord per il trasporto su rotaie Domodossola-Milano, il territorio avanza le sue richieste. Si è così svolto ieri pomeriggio un incontro con l’assessore ai trasporti ed alla mobilità della Regione Piemonte Francesco Balocco, il direttore dell’agenzia della Mobilità Cesare Paonessa, alcuni rappresentanti dei Comuni interessati e quelli del Comitato pendolari.

Stanotte torna l'ora legale

Bolletta energetica più leggera di 94,5 milioni di euro

Nella notte torna l’ora legale, alle 2 lancette avanti di un’ora. A Pasqua si dormira’ 60 minuti in meno che recupereremo tra sette mesi, ovvero tra il 29 e il 30 ottobre prossimo, quando tornera’ l’ora solare.
Per effetto dello spostamento delle lancette degli orologi un’ora in avanti, Terna – la società che gestisce la rete elettrica nazionale – stima un minor consumo di energia elettrica pari a circa 580 milioni di kilowattora, quantitativo corrispondente al fabbisogno medio annuo di oltre 200 mila famiglie.
Antonella Durazzo
da http://www.ossolanews.it/

venerdì 25 marzo 2016

Il fine settimana pasquale della Parrocchia domese

Da domani inizierà ufficialmente il weekend santo legato alla festività della Pasqua. La Parrocchia dei SS Gervaso e Protaso per l’occasione propone ai fedeli diverse iniziative. Domani già dalla mattinata e precisamente dalle ore 9.00 vi saranno le Lodi, seguiranno le confessioni dalle ore 9.30 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 17.30. Sempre domani al pomeriggio vi sarà la Via Crucis presso la Colleggiata e Bognanco ore 15.00, al Calvario ore 20.30. In serata e precisamente alle ore 18.00 in Collegiata la celebrazione della Passione.
Sabato 26 marzo per coloro che non hanno potuto dedicarsi alla preghiera nelle mattinata di venerdì, vengono riproposte le Lodi alle ore 9.00 e le confessioni sempre dalle ore 9.30 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 17.30. Alle 21.30 la Veglia pasquale. Infine domenica 27 febbraio in occasione della Santa Pasqua, le messe alle ore 8.00, 11.00 e 18.00 in Collegiata; alle ore 10.00 a san Lorenzo, alle ore 9.30 a Monteossolano ed infine alle ore 11.00 a S. Marco e Mocogna. 
Domenica Romeo

da http://www.ossolanews.it/

''Val Brevettola Race'' per ricordare Davide e Manuel

Il 24 luglio una gara con partenza e arrivo a Montescheno

Davide e Manuel sono ancora con noi. La loro vivacità, il loro altruismo, la loro carica si
aggira ancora tra le vie di Montescheno, il loro paese  dove oggi sono sepolti dopo la disgrazia che li ha portati via due mesi fa.
Ma Montescheno non dimentica e proprio nel ricordo di Manuele e Davide nasce l’idea di realizzare “Val Brevettola Race”, una gara di corsa in montagna in programma a luglio sulle alture di Montescheno. ''Meme e Dado erano due membri importanti del nostro gruppo, e quando le montagne li hanno voluti con sé, due mesi fa, è stato un duro colpo. Vogliamo però tenere vivo il loro ricordo, quello di due ragazzi con un grande amore per la propria terra'' dicono gli organizzatori di “Val Brevettola Race”, una gara che avrà come punto di partenza ed arrivo la piazza principale di Montescheno.

A Domodossola si è ripetuta la tradizionale processione del Giovedì Santo

Il corteo dei fedeli ha attraversato anche l'ospedale San Biagio

DOMODOSSOLA

Si è svolta questa sera a Domodossola la tradizionale processione del Giovedì Santo, un rito antico e diffuso solo in poche località quello che vede portare nelle vie della città l'Eucaristia. Il corteo religioso – a cui ha partecipato anche il Civico corpo musicale di Domodossola – è partito al termine della messa in collegiata nella quale il parroco, don Vincenzo Barone, ha lavato i piedi a dodici ragazzi che tra poche settimane riceveranno la cresima. La processione, come succede già da qualche anno, ha attraversato anche l'ospedale San Biagio, con una speciale benedizione che è stata impartita ai malati. Al termine il ritorno in chiesa. 

In occasione del Venerdì Santo a Domodossola ci saranno due appuntamenti con la Via Crucis. Quello tradizionale organizzato dalla parrocchia, che vedrà ripercorrere le stazioni lunga la mulattiera che porta al Calvario (dove poi alla conclusione ci sarà anche un momento musicale di riflessione); la partenza è alle 20,30. Alla stessa ora in Borgata Castanedo inizia anche la Via Crucis organizzata da Comunione e liberazione che prevede riflessioni e letture di testi di don Luigi Giussani; la conclusione è poi nella chiesa di San Brizio a Vagna. 

da  http://www.lastampa.it/

giovedì 24 marzo 2016

Il misterioso truffatore che in Ossola incassa soldi per tornei inesistenti

In alcuni negozi ha anche ordinato ciotole di fiori e panini imbottiti ma non si è mai presentato a ritirare la merce

ARIANNA TOMOLA
VILLADOSSOLA

Si fingeva un dirigente della Sportiva Pallanzeno, ordinava materiale per centinaia di euro e chiedeva cifre modeste per la pubblicità, sparendo subito dopo essersi intascato l’obolo. Sono tre o forse più i negozi truffati tra Villadossola e Piedimulera da un uomo descritto come un italiano di sessant’anni, senza due denti davanti e con una parlantina sciolta. Si presentava con il cognome Piolini e lasciava anche un numero di cellulare, al quale però non ha mai risposto. Entrava nei negozi dicendo di conoscere i proprietari: ordinava i premi per un torneo di Pallanzeno (inesistente) e così convinceva i titolari anche a donare subito un’offerta per la sportiva. Diceva che sarebbe passato a ritirare tutto il 19 marzo saldando il conto, ma nel giorno della festa del papà né il Forno 2 C, né la «Locanda del fiore» di Piedimulera, né l’«Evelin shop» di Villadossola lo hanno visto.  

LEGGI TUTTO

da http://www.lastampa.it/

mercoledì 23 marzo 2016

22 marzo 2016 - Bruxelles sotto attacco terroristico: esplosioni all’aeroporto e nella metro

da http://www.lastampa.it/

Quei 99 bambini fatti nascere in casa dalla stessa levatrice

In Ossola i ricordi di Luigina Monfrinotti: solo il centesimo vide la luce in ambulanza


ARIANNA TOMOLA
CEPPO MORELLI (VERBANIA)

Una cassetta delle mele come culla e gli esami alle partorienti fatti in casa con una candela anziché nei laboratori ad alta specializzazione. Un’altra epoca quella che racconta Luigina Monfrinotti, 88 anni ad agosto, l’ostetrica che ha fatto nascere per un decennio tutti i bambini di una valle, la Anzasca, versante ossolano del Monte Rosa. 

Nel tempo in cui si cercava di dimenticare la guerra, il Paese viveva un clima di fermento e grande espansione, nascere in ospedale era ancora un privilegio per pochi, soprattutto in montagna. Non di certo di chi abitava in paesini semisconosciuti come Ceppo Morelli o Bannio Anzino, o anche nella più nota Macugnaga. Luigina Monfrinotti, arrivata in Ossola nel 1956, nelle case della sua valle ha fatto venire al mondo 99 bambini: «Il centesimo è nato in ambulanza mentre andava all’ospedale, così non l’ho segnato sul mio registro». Era ormai il 1966, e da quel momento tutti sono nati in ospedale. 

Luigina, la nonna di tutti in questa valle, racconta «di quel neonato prematuro che non pesava nemmeno due chili: l’ho messo in una cassetta delle mele avvolto nella lana di pecora, ed è cresciuto a cucchiaini di latte di capra perché la mamma non ne aveva e il ciuccio non lo teneva. Adesso è papà di due ragazzi».  

LEGGI TUTTO e VEDI FOTOGALERY

da http://www.lastampa.it/

martedì 22 marzo 2016

Aveva 23 anni e stava scendendo con gli sci dalla Dufour l'escursionista austriaco morto


MACUGNAGA - La loro discesa mozzafiato sulle creste e canaloni del Monte Rosa non era passata inosservata, alcuni avevano addirittura preso il binocolo per osservarli, e proprio queste persone hanno subito capito che qualcosa era andato storto ed hanno dato l'allarme. I due giovani austriaci erano partiti dalla Punta Doufur, a 4634 metri di quota, per una discesa con gli sci spettacolare quanto pericolosa, quando, intorno alle ore 14, uno di loro è sparito improvvisamente dalla vista, finendo in un canalone, un crepaccio nel Canalone Marinelli di alcuni metri. Scattato l’allarme sul posto è subito arrivato un elicottero dell’eliski, poi l’elicottero del 118, ed i volontari del soccorso alpino della X Delegazione Valdossola. Inizialmente si era pensato di non recuperare il corpo per le proibitive condizioni meteo, le temperature elevate rendevano altissimo il rischio di slavine, poi dall'elicottero sono riusciti a calare i soccorritori che hanno recuperato la giovane vittima.
Immagine di repertorio

da http://www.ossola24.it/

Riunione nervosa al Peep di Villadossola tra amministrazione e residenti

L'incontro ha toccato temi di ogni genere


Dal progetto Interconnector all'inquinamento dei terreni; dai soliti problemi di viabilità all'illuminazione carente; dal muro chiacchierato di via Toce ai problemi di degrado in alcune aree limitrofe alla abitazioni. C'è di tutto nel confronto tra i residenti del Quartiere sud e l'amministrazione comunale di Villadossola. Tre ore di dibattito anche acceso, con botte a risposte nervose da entrambe le parti. E alcuni cittadini che si sentono a disagio per problemi che non vengono mai risolti: vedi quello di una donna che lamenta infiltrazioni di acqua in casa, a causa di una buca all'esterno che, da ben 15 anni, lei chiede venga chiusa.

LEGGI TUTTO
Renato Balducci
da http://www.ossolanews.it/ossola-news/

Un successo la Sacra Rappresentazione a Vogogna

80 i figuranti impegnati nell'evento


Grandissimo successo per la Sacra rappresentazione della Via Crucis di Vogogna, svoltasi, come di consueto, la domenica della Palme tra le vie del borgo storico. Una rappresentazione, che quest’anno è stata inserita nel registro delle Denominazioni Comunali, che ha coinvolto oltre 80 figuranti, che hanno messo in scena, ottimamente diretti, come di consueto, dal regista Antonio Fontana, i momenti salienti della Passione di Cristo, dall’ultima cena sino alla crocifissione ed alla Resurrezione. Proprio l’atto conclusivo della Sacra rappresentazione si è svolto in Chiesa, con effetti speciali molto scenografici e coinvolgenti.
Luca Ciurleo

da http://www.ossolanews.it/ossola-news/

lunedì 21 marzo 2016

Villadosssola, quartiere Peep, uomo morto in casa da qualche giorno, intervenuti i pompieri


Sono stati i Vigili del fuoco del distaccamento di Domodossola, nel pomeriggio di oggi ad aprire la porta, e trovare il corpo senza vita di Giampiero La Mazza, classe 1962, nel suo appartamento nel quartiere Peep a Villadossola. Probabilmente l'uomo, che era gravemente malato da tempo, era deceduto già da alcuni giorni nella casa di via Veneto dove viveva da solo. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di Domodossola che hanno chiamato il medico legale per un primo esame. La salma è stata poi trasportata all'obitorio del San Biagio. Il decesso sarebbe dovuto a cause naturali.

da http://www.vcoazzurratv.it/

In 500 alla due giorni del Fai a Crevoladossola

Ad accompagnare i visitatori gli studenti delle scuole Casetti


Complice il bellissimo weekend di sole, ha riscosso una buona partecipazione l’iniziativa “Giornate Fai di Primavera” organizzata nella Chiesa parrocchiale SS. Pietro e Paolo di Crevoladossola. Sono stati circa 500 i visitatori che nelle giornate di sabato e domenica si sono recati presso il sito di Crevola per scoprire la storia secolare della chiesa crevolese. Ad accompagnare le persone nella visita sono state delle guide molto particolari: 44 studenti “apprendisti Ciceroni” delle classi 2°A e 2°D dell’Istituto Fratelli Casetti di Crevoladossola hanno lasciato i banchi di scuola per diventare veri e propri narratori delle bellezze di quello che è stato scelto dal Fai delegazione Vco come meta ufficiale della Provincia del Vco. 
Cinzia Attinà

da http://www.ossolanews.it/ossola-news/

In 13 sul palco del Galletti per le audizioni del Festival di Castrocaro

L'assessore Modini: "Una bella serata e una bella occasione per Domo"

Bella serata di musica ieri al Teatro Galletti per le audizioni del Festival di Castrocaro. La terza tappa delle audizioni di canto delle province di Verbania, Novara e Varese ha visto la partecipazione di 13 giovani e giovanissimi aspiranti cantanti che si sono esibiti sul palco del Galletti davanti a una giuria d’eccezione con la musicologa Lidia Bramani, Ale Ruspini ex voce degli Illeciti Musicali, il cantautore Ray Heffernan, il maestro Loriano Blasutta e il conduttore radiofonico Paolo Simonetti. Ciascuno dei 13 sfidanti ha cantato due pezzi, inediti o canzoni intramontabili della musica italiana e internazionale, riempendo di note e voci fresche il teatro. 
Ecco i loro nomi: Salvatore Faro, Caputo Diego, Pirone Giorgia, Melis Ilenia, Feliciati Davide, Ciraolo Tania, Rigato Antonella, Pinna Elisa, Rosetta Gaia, Fabeni Luca, Oberofher Chiara, Mazzilli Ilaria, Lequaglie Emilio. La giuria ha dato un parere favorevole a tutti quanti tranne a Faro che, però, ha ricevuto un grande apprezzamento dagli organizzatori della serata Testimonials Eventi e soprattutto da Silvio Bruni definendolo “un vero concorrente, pronto in tutta la serata a sostenere gli altri concorrenti. Un vero esempio. La serata è andata veramente bene e siamo soddisfatti della numerosa partecipazione”. Felice della riuscita anche l’assessore Paola Modini, promotore dell’iniziativa, “è stata una bella occasione per Domodossola e l’interesse è stato molto alto. Sarebbe molto bello anche ospitare una delle serate delle semifinali, valuteremo nelle prossime settimane la fattibilità”.
Cinzia Attinà

da http://www.ossolanews.it/ossola-news/

Villadossola, l'amministrazione comunale stasera al Quartiere sud

Continuano gli incontri dell'amministrazione Bartolucci con i quartieri


Proseguono gli incontri tra l'amministrazione comunale di Villadossola e i cittadini dei quartieri. Dopo il Quartiere nord e la Zona Alta, oggi è la volta del Quartiere sud. L'incontro è previsto stasera, ore 20,30, alle scuole del Peep.
Renato Balducci
da http://www.ossolanews.it/ossola-news/

sabato 19 marzo 2016

A Vogogna va in scena la Sacra Rappresentazione

Un'appuntamento entrato nella tradizione ossolana


80 figuranti per mettere in scena la storia della Passione di Cristo. Una performance teatrale di alto livello che coinvolge tutto un paese, ambientata nel suggestivo centro storico di Vogogna. Domenica alle 20.45, infatti verrà messa in scena la Sacra rappresentazione di Vogogna, sotto la regia di Antonio Fontana, una manifestazione che, da poche settimane, ha avuto il riconoscimento della Denominazione Comunale. Un percorso suggestivo tra le vie del paese, raccontando, con un testo particolarmente interessante e ricco di spunti di riflessione, tra cui alcune piccate invettive sulla società contemporanea ed i suoi difetti, la storia degli ultimi giorni di vita di Cristo, partendo proprio dal suo ingresso in Gerusalemme, la domenica delle palme, sino alla sua resurrezione.
Proprio la resurrezione avverrà nella chiesa parrocchiale, con un vero e proprio spettacolo di luci e laser, che rende la grandezza dell’evento. In caso di maltempo la Sacra rappresnetazione, che si svolge ogni due anni, verrà rimandata a mercoledì 23, sempre in serata.


da http://www.ossolanews.it/ossola-news/

giovedì 17 marzo 2016

mercoledì 16 marzo 2016

La Passione secondo Marco, meditazioni a Villadossola


Andrea Cottini eletto alla presidenza del Gal


DOMODOSSOLA - E' Andrea Cottini il nuovo presidente del Gal Laghi e Monti Vco votato all'unanimità questa mattina dal Consiglio di Amministrazione dell'ente. "Ringrazio coloro che hanno proposto la mia candidatura e la fiducia in me riposta da tutti. Inizierò subito a lavorare per portare a termine il lavoro iniziato dalla dott.ssa Lorenzone e dall'intero Consigli" dichiara il neo presidente eletto.  Dopo le dimissioni dello scorso mese dell'ex presidente Maria Lorenzone, ratificate dal Consiglio, lo stesso organo ha deciso di puntare su una figura "le cui competenze sono comprovate grazie alla sua approfondita preparazione professionale. Cottini potrà garantire il proseguire dei lavori fino alla scadenza del bando del PSL" spiega Damiano Delbarba, membro del Consiglio per la Provincia del Verbano Cusio Ossola. Il PSL è il Piano di Sviluppo Locale e dovrà essere predisposto per il 22 di aprile. "Lavoreremo per stilare il bando definitivo in poco più di un mese e nel contempo il Consiglio si occuperà anche della stesura del nuovo statuto" spiega il presidente Cottini aggiungendo che "Presidenza e Consiglio di Amministrazione resteranno in carica fino alla normale scadenza che è prevista a maggio: a quel punto tutte le cariche dovranno essere rielette". 

da http://www.ossolanews.info/ultime/

Borgomezzavalle: sarà sfida a due per la carica di sindaco


BORGOMEZZAVALLE - Alberto Preioni, 'ultimo' sindaco di Seppiana, ha annunciato che si candiderà alle prossime amministrative nel neonato comune. A sfidarlo quasi certamente Giuseppe Colombo sindaco uscente di Viganella. I due primi cittadini nei mesi scorsi avevano dato vita insieme all'unione dei loro due comuni. Una scelta che porterà vantaggi economici ai due piccoli centri della Valle Antrona. Colombo ha organizzato due incontri pubblici per incontrare gli abitanti, a Seppiana alla sala polivalente il 17 marzo alle ore 21 e a Viganella a Casa Vanni il 22 marzo ore 21.

da http://www.ossolanews.info/ultime/

martedì 15 marzo 2016

Turismo 2015: bene la Vigezzo, male le Valli Antigorio e Formazza


OSSOLA - Arrivi e presenze in crescita, lo scorso anno, negli hotel e nelle strutture extra alberghiere. Le rilevazioni dell’osservatorio turistico provinciale indicano un aumento dell’8,43% dei primi, dai 709.329 del 2014 ai 769.025 del 2015. E dell’1.65% nelle giornate di presenza, da 2.629.329 a 2-673.555- “Un miglioramento sul 2014 favorevolmente condizionato dal clima rispetto all’estate 2014”, ha commentato questa mattina il presidente, Stefano Costa, alla presentazione del rapporto sulla stagione turistica 2015.
LEGGI TUTTO

Antonella Durazzo

da http://www.ossolanews.info/ultime/

Villadossola, la Zona Alta chiede interventi sulla viabilità


VILLADOSSOLA – E' la viabilità uno dei problemi urgenti da risolvere nella zona Alta di Villadossola. Lo hanno spiegato ieri sera i residenti del quartiere nel faccia a faccia con l'amministrazione comunale. I problemi sono diversi: soprattutto la pericolosità degli gli incroci tra la provinciale che sale in valle e alcune strade laterali, come quella dell'asilo a Villadossola, il raccordo con la strada per Daronzo o quello che porta alle case ''Fanfani'' lungo via Toninelli. Si chiedono specchi agli incroci o cartelli che inducano a ridurre la velocità, ma anche segnali lampeggianti. Sempre sulla provinciale c'è il problema del raccordo tra la vecchia barriera stradale e quella nuova nel tratto della Noga ma anche la presenza di rifiuti abbandonati lungo la strada che sale alla Colletta. Tre ore di discussione tranquilla, servita anche alla giunta Bartolucci per fare il punto sugli interventi fatti e su quelli in programma. Con l'assessore Fausto Piolanti (Lavori pubblici) che ha annunciato dopo lunghe attese che finalmente dovrebbe partire il restauro del torchio alla Noga, poi la sistemazione delle pensilina al Boschetto e annunciato la ricerca di finanziamenti per potenziare l'ostello del Boschetto (nella foto). L'amministrazione ha parlato di altri interventi da fatti e da fare in paese: dalla riqualificazione prevista per via Boldrini ai lavori a La Fabbrica, dalla sistemazione della collina ex carburo oggi collina dello sport ai lavori di messa in sicurezza delle scuole agli interventi idrogeologici nei rii e sulle strade. Più altri temi che tratteremo a parte per la loro importanza.

da http://www.ossolanews.info/ultime/

lunedì 14 marzo 2016

Mariano Cattrini trionfa alle Primarie domesi. Il vincitore:" ora si lavora per la campagna elettorale"


Mariano Cattrini, sarà lui il portabandiera del Pd domese alle amministrative di Primavera. Lo hanno incoronato le urne delle Primarie. 756 voti per lui,395 quelli incassati invece da Andrea Lux. Alle 21 di domenica sera le operazioni di scrutinio erano terminate. L’entourage del sindaco uscente si è dato appuntamento al Circolo del Badulerio per festeggiare il trionfo alle Primarie.   “ Alla fine è andata come doveva andare. Ora inizia la vera compagna elettorale. Molto è stato fatto in questi cinque anni. Tanto altro dovrà essere portato a compimento. Per questo motivo sono pronto a ripartire e sottopormi al giudizio dei domesi tutti “ ha spiegato Cattrini.  1160 sono stati i votanti. L’afflusso alle urne è stato costante nell’arco della giornata. I numeri finali hanno superato le stesse attese del partito. “ Non avevo messo in cantiere una partecipazione così massiccia. A nome del partito esprimo il mio sentito grazie a quanti si sono recati alle urne e anche a chi con il proprio impegno ha reso possibile tutto questo. Per le analisi politiche ci sarà tempo. Sono stati giorni non facili per il Pd domese. A breve si riunirà il direttivo. Sarà quella la sede per analizzare quanto successo “ spiega il segretario cittadino dei Democratici, Claudio Miceli.

da http://www.vcoazzurratv.it/

Bagni di Craveggia, Lora Gubetta chiede una consultazione popolare


CRAVEGGIA - Non smettono di suscitare polemiche le decisioni prese durante il consiglio comunale di Craveggia il 29 febbraio scorso in merito all'approvazione di un atto di indirizzo per l'individuazione di un'area di tutela a carattere transfrontaliero nel territorio della Valle dei Bagni. Lora Gubetta, presidente dell'Associazione Culturale Valle dei Bagni Onlus, pur non dichiarandosi contraria a priori, sostiene la necessità di una consultazione popolare, richiedendo al contempo spiegazioni più puntuali da parte della Giunta Comunale in merito a un progetto che andrebbe a toccare un'area molto amata dagli abitanti di Craveggia: "Da più parti mi si chiede, in qualità di presidente dell'Associazione Culturale Valle dei Bagni Onlus, di esprimere un parere, e di chiarire la posizione stessa dell' Associazione,  riguardante la delibera approvata dal Consiglio Comunale di Craveggia sull'adesione al progetto del parco Italo Svizzero in Valle dei Bagni di Craveggia- spiega Lora Gubetta- nella zona dei Bagni esiste da oltre 50 anni una riserva a tutela della fauna selvatica senza altri vincoli. 


da http://www.ossola24.it/

Iniziative per la Quaresima, presentato a Beura il libro Kikot


BEURA – Proseguono le iniziative per la Quaresima delle parrocchie di Beura, Cardezza, Cosasca, Cuzzego con un nuovo appuntamento previsto il 18 marzo. Dopo il successo della presentazione del libro “Kikot” con il giornalista Andrea Avveduto e Valeria Sala che ha visto affluire oltre un centinaio di persone all'oratorio di Cuzzego. Il 18 alle 20.30 sempre all'oratorio, in preparazione della settimana Santa, è prevista la visione del film “La passione di Cristo” di Mel Gibson. Seguirà un commento del parroco don Paolo Cavagna.


da  http://www.ossola24.it/